• 14Apr

    Invito

  • 06Apr

    La mia partecipazione  alla VIII Edizione Concorso d Pittura Museo della Città e del Territorio

    Palazzo Eroli – Narni  16 Aprile – 15 Maggio 2016

     

    389 - Cavaliere fantastico 40x50

     

    Associazione culturale “12 Colli” con il patrocinio della Regione Umbria, del Comune di Narni, dell’Ente Corsa all’Anello di Narni

    Direttore Artistico critico d’Arte prof. Giovanni Faccenda

  • 21Feb

    INTERVISTA AL MAESTRO RENATO GIORDANO

    PITTORE DALLE CENTO ANIME

    Il maestro Renato Giordano, in questa breve intervista mette a nudo ciò che lo spinge nella realizzazione delle sue opere, per ottenere questo risultato parleremo soprattutto delle sue ultime opere : I Cavalieri Fantastici .

    Intervistatore : Nel corso della tua attività pittorica, non hai mai scelto un solo soggetto particolare da ripetere quasi maniacalmente, ma hai sempre descritto temi diversi, facendone di ognuno, una vera e propria saga. Ci spieghi perché ?

    Giordano : Dipingere significa portare sulla tela le emozioni che il mondo esterno ci trasmette, quindi raffiguro tutto ciò che mi emoziona e, scelto un tema, lo elaboro, ricerco il colore e le luci che stimolano le emozioni e spesso ripeto la scena in vari contesti.

    Intervistatore : Parliamo delle tue ultime opere : I Cavalieri Fantastici. Ci spieghi il significato dell’elmo a forma di imbuto che tutti i tuoi eroi ostentano con orgoglio ?

    Giordano : L’uomo ha sempre amato ornare e proteggere il capo, ritenendolo la sede della propria indiscutibile intelligenza. I miei guerrieri, come del resto i miei Don Chisciotte, non derogano da questa scelta e mostrano tutta la ridicola tragicità di una intelligenza usata per compiere imbecillità.

    Intervistatore : Il viso a due colori, chiaro e scuro e la mancanza degli occhi cosa significano ?

    Giordano : Mettono in evidenza le nature opposte e bivalenti del guerriero, quella chiara indica i pensieri rivolti alla famiglia, agli affetti lontani, rappresentati con la visione, sullo sfondo, dei castelli e delle città abbandonate per correre alla guerra. Quella scura indica la natura malvagia dell’uomo che non esita ad uccidere pur di ottenere potere e vantaggi a scapito dell’altro. Gli occhi mancanti nei cavalieri e nei cavalli indicano quanto può essere cieco un uomo che arriva a scatenare una guerra per ottenere ciò che vuole.

    Intervistatore : I nastri colorati che volano e occupano il cielo, che cosa vogliono far capire ?

    Giordano : I nastri nascenti dagli elmi che fluttuanti riempiono la scena di falsa allegria sono mossi dal vento, dalla paura e dalla follia e anche i cavalli, in corsa e scalpitanti sono consapevoli delle ansie degli uomini.

    Intervista rilasciata il 13 Febbraio 2016 a cura di Antonio Bortolami

  • 28Ott

    Il  30 Ottobre alle ore 17 verranno presentate alcune mie opere presso il Ristorante “Il Localetto” di Luca Cordiali di Sutri. Il tema saranno i Galli e il loro simbolismo.

     

    290 - Gallo 50x70

    Sutri via Vittorio Veneto,35

     

     

     

  • 24Set
    394 - Cavalieri fantastici in affari 40x50

    Uomini in affari

    AMACI ha scelto il 10 ottobre 2015 per il grande evento dedicato all’arte contemporanea  e al suo pubblico: la  “Giornata del Contemporaneo” quest’anno alla sua undicesima edizione.
    Musei AMACI e 1000 realtà in tutta Italia aprono gratuitamente al pubblico i loro spazi e inaugurano ufficialmente la stagione dell’arte contemporanea.
    Porte aperte gratuitamente in ogni angolo del Paese, per presentare artisti e nuove idee attraverso mostre, laboratori, eventi e conferenze. Un programma multiforme che regalerà al grande pubblico un’occasione per vivere da vicino il complesso e vivace mondo dell’arte contemporanea.
    Aderisco con piacere all’iniziativa accogliendo presso il mio Studio tutti coloro che vorranno visitare in questa giornata i miei Percorsi d’Arte.

    Sutri – via Furio Camillo, 1  h-10,15/19,15

  • 16Ott
    386 - Cavalieri fantastici 40x50

    CAVALIERI FANTASTICI
    Il nuovo filone “ Cavalieri Fantastici” del maestro Renato Giordano si mostra a noi come la sintesi degli studi continui che l’Autore ha sempre portato avanti nelle sue precedenti opere.
    I vivaci colori , sapientemente usati, caratteristici delle sue opere, colpiscono ancora i nostri sensi e ci lasciano ancora una volta attoniti davanti a tanta sapienza.
    I tanto amati cavalli ritornano con la loro esaltante plasticità, i drappi sventolanti e coloratissimi donano movimento alla scena e ci spingono a pensare la presenza del vento nell’ambiente che ci circonda, gli elmi a forma di imbuto, spesso presenti nelle opere più recenti, forniscono il giusto grado di ironia alla insulsa e tragica voglia di guerra che l’uomo, in ogni epoca, ha stoltamente coltivato. In lontananza, si scorgono sempre castelli e torri che danno l’idea dell’abbandono daparte dei guerrieri imposto ai propri cari che sicuramente stanno vivendo l’ansia per un ritorno non certo dei propri padri e fratelli. Ultimo elemento da osservare è il viso a due colori, uno chiaro l’altro scuro, raffigurante tutto il dualismo bivalente della natura umana: da una parte, quella dei buoni sentimenti chiara e visibile a tutti, dall’altra, quella della cattiveria e dell’egoismo oscura e torva nota soltanto al guerriero.
    Il maestro Renato Giordano ci ha colpito ancora una volta.
    Antonio Bortolami

     
    Il giorno 11 ottobre le nuove opere sono state presentate ai visitatori che hanno aderito alla Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI, Associazione dei Musei di Arte Contemporanea
     
     
  • 15Ott

     

     

    Studio d'Arte via Furio Camillo

    Via Furio Camillo,1

  • 12Set

    Mostra personale – Festa Grande in Enoteca Novembre 2013

    Cat.325 – “Gli Acchiappanuvole”

  • 29Apr

    Conclusa la mostra romana presso la Galleria SpaziOfficina la prossima tappa a Sorrento, nella struttura museale di Villa Fiorentino, con inaugurazione il 15 Maggio alle ore 17,30.

    208-icaro

    Libro dei sogni

    Tra realtà e sogno c’è una forte interazione: il sogno influenza la realtà e ne è da questa influenzata; proprio quest’aspetto è il filo conduttore di queste mie quattro opere.

    Icaro che sogna di toccare il sole, accecato dalla superbia, vuole modificare la realtà, ma non riuscendoci, è tragicamente punito dalla natura.

    Una realtà distorta dalla pazzia entra nel sogno di Don Chischiotte e gli fa vedere mostri ovunque fino a spingerlo, nonostante la saggezza popolare del suo fido scudiero Sancho Pancha, ad un’ingloriosa sconfitta.

    L’uomo che vola sa bene che ciò è impossibile, ma nel sogno svincola il suo corpo dalla realtà e si libra nell’aria come un uccello gratificando la propria anima di una libertà che altrimenti non avrebbe mai potuto avere.

    Il pescatore che da sempre cerca di ottenere una pesca miracolosa, dormiente sotto la luce del faro, ottiene la cosa per la quale tanti sacrifici ha fatto e anche l’abbandono periodico della amata famiglia viene lautamente ripagato da quegli argentei pesci che guizzanti si gettano, ansiosi,nella rete tesa nella notte.

    La realtà è sogno, il sogno è realtà oppure sogno e realtà sono aspetti diversi ma complementari della nostra vita?

    (Renato Giordano)


  • 23Apr

    origini-2009-004
    In questa occasione partecipo con una scultura. La mia opera “Origini” è tra le selezionate e il giorno 26 Aprile 2009 alle ore 20 avverrà la premiazione presso il Museo Archeologico Ferruccio Barreca di S. Antioco.

Recent Posts